Skip to main content

Iag e Area Science park ora collaborano

Italian angels for growth, il principale gruppo di business angel italiani e Area science park, il parco scientifico e tecnoloico di Trieste, annunciano di avere avviato una collaborazione. La partnership sarà finalizzata all'accelerazione del processo di creazione e sviluppo di startup innovative e vedrà attivo in modo particolare l'incubatore di Area science park che is chiama Innovation factory. 

Questa partnership - qui di seguito il testo del comunicato diffuso - avrà anche effettive conseguenze sulle attività che Area science park sta sviluppando in altre regioni d'Italia come la Basilicata dove è attiva Basilicata innovazione e il relativo incubatore, la Calabria dove è in avvio in programma a sostegno dell'innovazione d'impresa e al Sardegna

 

Supportare progetti d’impresa che presentino un alto contenuto di innovazione, valorizzando talenti e idee e contribuendo alla creazione di nuovi posti di lavoro qualificato. E’ questa la filosofia d’investimento che Italian Angels for Growth(IAG - www.italianangels.net), il maggiore gruppo di business angels in Italia, porta in AREA Science Park grazie a un accordo che vedrà coinvolto in modo particolare il braccio operativo del parco scientifico triestino Innovation Factory (IF), società in-house di AREA specializzata in scouting, formazione e supporto a favore di team di sviluppo imprenditoriale. Attualmente sono quasi una trentina le start-up nate o in fase di pre-incubazione all’interno di IF, la maggior parte delle quali composte da giovani, spesso provenienti dal mondo universitario e della ricerca. Proprio tra i progetti d’impresa incubati da Innovation Factory, potrebbe esserci per i business angel di IAG una promettente startup sulla quale investire.

"I nostri investimenti sono sempre effettuati su progetti imprenditoriali che reputiamo ad alto potenziale e molto promettenti, ma rimangono iniziative ad alto rischio nelle quali investiamo se effettivamente i progetti e il team proponente ci convincono senza ombra di dubbio – spiega Lorenzo Franchini,  fondatore e Managing Director IAG .Investendo cerchiamo un nostro ritorno economico, ma lo facciamo anche con l’idea di sostenere l’imprenditorialità, l’innovazione e la ricerca e favorire uno sviluppo sostenibile nel lungo termine nel nostro Paese.”

I business angel di IAG, potendo contare sull’apporto economico di 90 soci, sono in grado di effettuare anche investimenti piuttosto elevati (per il settore dell’angel investing) e di conseguenza sono in grado di rispondere a ricerche di capitali anche da parte di aziende già sul mercato, che hanno bisogno di crescere o internazionalizzarsi. Ciò significa che nel quadro della collaborazione con Area, anche aziende hi-tech già insediate nel parco scientifico in settori che vanno dal biomedicale, all’IT, all’energia, entreranno nel radar dell’associazione IAG.

”La collaborazione tra noi e AREA siglata in questi giorni – continua Franchini – rafforza un rapporto esistente e che crediamo possa generare interessanti sinergie. Per noi è oggi molto importante attirare progetti d’impresa di un certo livello qualitativo e la partnership con AREA può andare in questa direzione. Noi metteremo a disposizione la nostra esperienza, coinvolgeremo i nostri soci - imprenditori, manager e stimati professionisti - nelle iniziative e negli incontri organizzati, con l'obiettivo di individuare progetti d'impresa meritevoli d’investimento finanziario e di supporto manageriale.”

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.